Gli angoli nascosti dell’Aso e Fluvione

A cura  di Andrea Piccirilli

www.andreapiccirilli.it

Gli angoli nascoti del Fluvione e dell’Aso.

Tra fossi e piccole tracce di sentiero si puo’ arrivare ad ammirare angoli di natura che spesso sfuggono ai nostri occhi.

Parliamo del Fosso di Piarnoscino , luogo di silenzio e di natura, piccolo corso l’acqua incastonato tra due pareti di boschi di faggio nelle zona sopra il Lago di Gerosa. I periodi migliori per ammirare la portata d’acqua massima sono allo scioglimento delle nevi ( Aprile .Maggio) , ma se l’inverno sarà stato avaro di neve possiamo rifarci nel mesi dove si concentrerà  la maggiore piovosità.

Sono luoghi spesso impervi , con entrate non visibili e per natura molto umidi e scivolosi , alcuni tratti impenetrabili, bisogna sapersi muovere con molta cautela per non incorrere in qualche brutta caduta.

Lo scorrere dell’acqua ed il suo rumore è l’elemento sovrano di questi luoghi.

Acqua simbolo di vita , di rinnovo e di trasformazione.

Se vi è una magia su questo pianeta, è contenuta nell’acqua.

(Loren Eiseley) Il primo salto d’acqua di circa 4-5 metri forma delle piccole pozze di ristagno, per poi proseguire la sua corsa verso il fiume Aso. Proseguendo in direzioni Castro troviamo il Fosso della Cesta dove si forma un altro   corso d’acqua che s’immette nel Fluvione. Scendendo verso Balzo ci fermiamo al Sentiero dei mulini dove scorre il Fluvione, qui seguendo il sentiero possiamo ammirare lo scorrere dell’acqua tra le rocce .

Qualche piccola deviazione a sinistra del sentiero ci permette di avvicinarci sempre di piu’ al suono dell’acqua.

Per chi ama fare fotografia e dedicarsi a giornate lontano dai soliti itinerari, sono luoghi magici dove spesso il tempo trascorre senza darci la sensazione di sbrigarci. 

Andrea Piccirilli

2 comments to “Gli angoli nascosti dell’Aso e Fluvione”

You can leave a reply or Trackback this post.
  1. Alessandra - Agosto 6, 2020 Rispondi

    Andrea, le tue foto sono magiche…..

    • Andrea Piccirilli - Agosto 7, 2020 Rispondi

      Grazie mille Alessandra.

Leave a Reply

Your email address will not be published.